fbpx
Loading...

Il conto salato di Jamie Oliver

Home / Marketing / Il conto salato di Jamie Oliver

Fallimenti e tribunali per la Chef Star britannica

Siamo in molti ad averlo visto anche solo di sfuggita in uno dei suoi tanti show televisivi trasmessi sui canali italiani e internazionali. Jamie Oliver, conduttore, scrittore e imprenditore inglese classe ‘75, è stato uno tra i primi Chef a diventare un personaggio pubblico acclamato come Star. Al top della sua carriera, le catene di ristoranti di sua proprietà, sotto differenti marchi, erano diffuse in tutto il mondo e il Regno Unito ne contava ben 40.

La notizia che fa clamore è stata riportata dalla BBC e parla di una procedura fallimentare avviata nei confronti della catena Jamie’s Italian e dei ristoranti londinesi Barbecoa e Fifteen, che nel complesso coinvolge 25 attività di ristorazione e ben 1.300 persone impiegate.

Attualmente è scattata l’amministrazione controllata sotto la gestione della società di consulenza KPMG e i dipendenti, già salvi dopo la liquidazione di fine 2018 di altri 12 ristoranti con perdite da 100 milioni di sterline, sono in attesa di conoscere gli sviluppi della vicenda.

Oliver stesso ha poi commentato la notizia attraverso il suo profilo Twitter:

“Sono distrutto dal fatto che i nostri amati ristoranti britannici siano entrati in amministrazione. Sono profondamente addolorato e vorrei ringraziare tutte le persone che hanno messo i loro cuori e le loro anime in questo business nel corso degli anni.”

https://twitter.com/jamieoliver/status/1130796738292408320

I motivi del Crac

Quando si parla di grandi aziende posizionate in mercati di alto livello, le cause sono spesso complesse e concatenate tra loro. La situazione nella quale si è trovato Jamie Oliver sembra essere il risultato di una gestione sbagliata su più piani, oltre che complicata dall’attuale periodo non florido della ristorazione britannica e dalla tanto discussa Brexit.

Tra i motivi principali del fallimento della catena rientrano gli elevatissimi costi di gestione da sostenere nella capitale inglese e una concorrenza sempre più forte, anche per quanto riguarda le vendite online nel settore alimentare.

È proprio su questo punto che si focalizza l’attenzione quando si parla in generale di sviluppo business: la costruzione di una strategia che preveda la creazione di un solido sistema di vendita, a prescindere dalla propria realtà aziendale, è un elemento imprescindibile in ogni percorso di Web Marketing che punta a monetizzare.

Dall’analisi alla strategia

Per vendere è fondamentale distinguersi e puntare sugli elementi differenzianti e di valore che fanno emergere la propria offerta tra la concorrenza. Per questo un processo di crescita commerciale deve sempre partire da un’accurata analisi che porti alla costruzione di un piano strategico, in modo da ottenere un sistema di acquisizione clienti efficace e duraturo.

Per sviluppare la strategia giusta è indispensabile accertarsi di possedere tutti quei requisiti fondamentali che permettono di avere una solida base sulla quale strutturare il proprio progetto di Web Marketing.

Parti sempre dalle fondamenta

 Il servizio Web Marketing Assessment di Uniqueweb nasce per questo scopo: offrire una consulenza strategica per fornire una fotografia istantanea della situazione dell’azienda o dell’idea di partenza, analizzando l’esatto posizionamento, il mercato, la concorrenza, i punti di forza e di debolezza.

Perché solo con fondamenta forti e sapendo quali potenzialità del Web Marketing possono giocare a tuo favore puoi sviluppare azioni strategiche vincenti per la crescita del tuo Business. Cos’altro sapere…?

Scopri tutto sul Web Marketing Assessment!

 

Il conto salato di Jamie Oliver ultima modifica: 2019-06-03T07:22:03+00:00 da Luca

Comments(0)

    Leave a Comment